http://
csvmb.org
csvmb.org
csvmb.org

Prossimi Eventi

Volontari internazionali in Italia: la proposta di AIESEC ai CSV e alle associazioni

CSVnet sostiene l’opportunità offerta dal più grande network studentesco mondiale. Giovani tra i 18 e i 30 anni potranno essere accolti per 6 settimane con il progetto “Help to help”

Le associazioni di volontariato italiane e gli stessi CSV possono accogliere giovani volontari tra i 18 e i 30 anni provenienti da tutto il mondo per un periodo di 6 settimane. È l’opportunità per l’estate 2017 promossa da AIESEC e sostenuta da CSVnet, che sta informando in merito tutti i Centri di servizio soci invitandoli a diffondere quanto prima la notizia sul proprio territorio.

AIESEC è la più grande associazione studentesca al mondo: presente in 126 paesi (compresa l’Italia), è un network di oltre 100 mila studenti provenienti da 24 mila università. Uno dei suoi obiettivi principali è realizzare progetti di scambio internazionale per studenti sotto forma di esperienze di volontariato e di tirocinio.

Il suo programma “Global Volunteer” comprende vari progetti, alcuni dei quali già attuati in Italia e aventi diverse durate. La proposta rivolta da AIESEC alla rete dei CSV e alle associazioni da essi servite riguarda il progetto “Help to Help” e prevede appunto periodi di volontariato di 6 settimane da svolgere soprattutto entro la prossima estate.

Le associazioni o i CSV ospitanti dovranno invece versare ad AIESEC la quota di 100 euro + Iva per ognuno dei volontari accolti e provvedere sia al loro soggiorno che alle coperture assicurative. Inoltre, nella convenzione stipulata con AIESEC, le associazioni dovranno descrivere in modo esauriente il progetto in cui i volontari saranno coinvolti e le loro mansioni, per un orario massimo di 25 ore settimanali. Le aree di intervento possono spaziare dalla tutela dei diritti umani alla promozione della cultura e dell’istruzione, dalle attività socio-assistenziali all’ambiente, dalla salute all’integrazione di migranti ecc.

Lo scopo del programma, afferma AIESEC, è “offrire un apporto qualitativo alle associazioni attraverso le competenze e le esperienze dei volontari internazionali, portando un supporto concreto all’ente ospitante nelle sue varie attività”.

“Help to Help” compie quest’anno 4 anni e nel 2016 sono stati più di 200 i progetti realizzati in Italia con decine di associazioni. Oltre che nelle attività istituzionali giornaliere, i volontari internazionali selezionati da AIESEC potranno aiutare le associazioni anche su funzioni più specialistiche, come ad esempio la creazione di campagne di marketing e fundraising e il potenziamento della comunicazione web.

Visitando la relativa sezione sul sito di AIESEC o compilando il seguente form è  possibile iscriversi.

Invio telematico della domanda del 5 per mille

L’iscrizione al 5 per mille 2017 è necessaria solo per gli enti che non risultavano iscritti al 5 per mille 2016 e che quindi non sono presenti nell’elenco pubblicato all’Agenzia delle Entrate; detti enti dovranno iscriversi una sola volta, seguendo le usuali procedure e tempistiche previste dalla normativa di riferimento. Di seguito le scadenze:

Termine presentazione domanda d’iscrizione

8 maggio 2017

Pubblicazione elenco provvisorio

14 maggio 2017

Richiesta correzione domande

22 maggio 2017

Pubblicazione elenco aggiornato

25 maggio 2017

Termine presentazione dichiarazione sostitutiva alle Direzioni Regionali dell'Agenzia delle Entrate o uffici territoriali CONI per le Ass. Sportive Dilettantistiche

 30 giugno 2017

Termine regolarizzazione domanda iscrizione e/o successive integrazioni documentali

30 settembre 2017

Termine per la regolarizzazione della domanda di iscrizione e/o integrazioni documentali tardive (con sanzione di 250€)

2 ottobre 2017

I legali rappresentanti degli enti iscritti nell’elenco pubblicato, devono obbligatoriamente spedire entro il 30 giugno 2017 tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, alla Direzione generale dell’Agenzia delle Entrate nel cui ambito si trova il domicilio fiscale dell’ente, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (documento in allegato). In alternativa, la dichiarazione sostitutiva può essere inviata dagli interessati con la propria casella di posta elettronica certificata alla casella PEC delle predette Direzioni Regionali, riportando nell’oggetto “dichiarazione sostitutiva 5 per mille 2017” e allegando copia del modello di dichiarazione, ottenuta mediante scansione dell’originale compilato e sottoscritto dal rappresentante legale, nonché copia del documento di identità. 

Nel caso di enti già iscritti all’edizione 2016 occorre anzitutto verificare la presenza dell’organizzazione nell’elenco pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate e successivamente:

  1. Entro il 22 maggio vanno segnalati eventuali errori rilevati nell’elenco o variazioni intervenute (codice fiscale errato, sede legale modificata), rivolgendosi direttamente alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate nel cui territorio ha sede legale l’ente. L’elenco definitivo è pubblicato sullo stesso sito entro il 25 maggio.
  2. Entro il 30 giugno, in caso di variazione del legale rappresentante, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà trasmessa nel 2016 perde efficacia e scatta l’obbligo per il nuovo rappresentante legale di trasmettere sempre una nuova dichiarazione sostitutiva (in allegato) con la data della sua nomina e la data di iscrizione dell’ente alla ripartizione del contributo (si fa riferimento all’iscrizione telematica del 2016). Come sopra, la documentazione va inviata alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate da parte degli enti del volontariato e all’ufficio del Coni territorialmente competente da parte delle associazioni sportive dilettantistiche
  3. Il 2 ottobre scade il termine per le integrazioni documentali tardive (con sanzione di 250€ ). 

5 per mille 2017, online l’elenco permanente

È stato pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate l'elenco degli enti iscritti al contributo per l’anno finanziario 2017 che non sono tenuti a ripetere la procedura di iscrizione. Per maggiori informazioni o per visionare gli elenchi è possibile consultare direttamente il sito dell'Agenzia delle Entrate.

Gli enti che sono presenti negli elenchi permanenti non sono tenuti a trasmettere nuovamente la domanda telematica di iscrizione al 5 per mille e a inviare la dichiarazione sostitutiva alla competente amministrazione, in quanto la domanda di iscrizione e la dichiarazione sostitutiva regolarmente presentata esplicano effetti anche gli anni successivi se le condizioni permangono le medesime. Si intendono regolarmente iscritti anche gli enti che hanno usufruito della remissione in bonis nel 2016 versando la sanzione di €250,00.

Entro il 22 maggio 2017 gli enti interessati, attraverso i propri legali rappresentanti ovvero loro delegati, possono far valere eventuali errori rilevati o variazioni intervenute presso la Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competente. Sulla base delle segnalazioni ricevute, l’Agenzia delle Entrate procede ad aggiornare, entro lo stesso termine del 25 maggio 2017 previsto per l’aggiornamento degli iscritti pubblicato entro il 31 marzo.

Variazione del rappresentante legale rispetto al 2016

Nel caso in cui sia variato rispetto all’esercizio precedente il rappresentate legale, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativa alla sussistenza dei requisiti per l’ammissione al beneficio “perde efficacia”.

Pertanto, il nuovo rappresentante di un ente inserito negli elenchi deve provvedere entro il 30 giugno 2017, a pena di decadenza, a sottoscrivere e trasmettere una nuova dichiarazione con l’indicazione della data della sua nomina e di quella di iscrizione dell’ente alla ripartizione del contributo utilizzando il seguente modulo: Dichiarazione sostitutiva variazione rappresentante legale

Soggetti tenuti a presentare la domanda di iscrizione e la successiva dichiarazione sostitutiva nell’anno 2017

I soggetti che richiedono per la prima volta l’accesso al contributo ovvero per gli enti che non sono stati inseriti negli elenchi stessi sono a porre in essere la procedura di iscrizione al beneficio che continua ad effettuarsi con le consuete modalità già in essere. In particolare:

- gli enti del volontariato presentano all’Agenzia delle Entrate l’istanza telematica entro il giorno 8 maggio 2017 e la successiva dichiarazione sostitutiva entro il 30 giugno 2017.

- le associazioni sportive dilettantistiche presentano l’istanza telematica alla stessa Agenzia entro il giorno 8 maggio 2017 e la dichiarazione sostitutiva all’ufficio del CONI territorialmente competente entro il 30 giugno 2017.

Resta ferma la possibilità di trasmettere la domanda di iscrizione e/o della relativa documentazione integrativa entro il 2 ottobre 2017 con versamento della sanzione di 250 euro.

Revoca per sopravvenuta perdita dei requisiti

In caso di sopravvenuta perdita dei requisiti per l’accesso al beneficio  il rappresentante legale dell’ente è tenuto a trasmettere all’amministrazione competente la revoca dell’iscrizione, con le medesime modalità previste per la trasmissione della dichiarazione sostitutiva.

In assenza di revoca il contributo indebitamente percepito, l’amministrazione competente procede al recupero del contributo prevedendo l’obbligo a carico del beneficiario di riversare all’erario, entro il termine di sessanta giorni dalla notifica del provvedimento contestativo, l’ammontare percepito, in tutto o in parte, rivalutato secondo gli indici ufficiali Istat di inflazione e maggiorato degli interessi corrispettivi al tasso legale, con decorrenza dalla data di erogazione del contributo.

Nel caso in cui l’ente beneficiario non effettui il versamento entro il termine fissato, l’amministrazione competente procede al recupero coattivo del contributo e dei relativi accessori, con rivalutazione ed interessi, secondo le modalità previste dalla normativa vigente, fatta salva, ove ne ricorrano i presupposti, l’applicazione delle sanzioni penali e amministrative.

Scheda mantenimento requisiti 2017

Scheda mantenimento requisiti 2017

Fino al 30 giugno compreso, le associazioni iscritte nei registri del Terzo Settore possono presentare la “Scheda unica informatizzata per il mantenimento requisiti di iscrizione nel Registro regionale” attraverso il portale: www.registriassociazioni.servizirl.it

Il Decreto regionale n. 5212 del 9.6.2011 prevede che la compilazione della scheda mantenimento dei requisiti debba avvenire esclusivamente in modalità informatica, salvo l’invio dell’autocertificazione firmata dal legale rappresentante (e degli altri documenti richiesti) che si genera dopo aver completato la pratica online.

Sono esentate dalla compilazione le organizzazioni che si sono iscritte nei registri nel corso del 2017.

Per problemi di natura tecnico-informatica (problemi di accesso al proprio account, recupero credenziali, ecc.) chiamare il numero 800.070.090 (post selezione tasto 1 e di seguito tasto 6) o trasmettere una mail al seguente indirizzo di posta elettronica indicando il codice fiscale dell’associazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il CSV fornisce consulenza in merito alla compilazione della scheda on line per tutti quegli enti che devono procedere all’adempimento: organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, associazioni senza scopo di lucro ex lege 28/96, associazioni di solidarietà famigliare ex lege 23/99, centri di aiuto alla vita.

L’accesso al servizio di consulenza deve avvenire previo appuntamento Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   oppure 0382848308 da lunedì a venerdì nei seguenti orari dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.30 alle ore 16.00.

Manuale rivolto alle Associazioni per la gestione dei Registri

Concorso di cortometraggi

l’Associazione 50&Più, attraverso il suo Centro Studi, promuove la prima edizione del concorso di cortometraggi Corti di Lunga Vita. Il concorso intende incoraggiare e promuovere la realizzazione di audiovisivi riguardanti l’anzianità, sviluppando ogni anno un aspetto specifico. Per il 2017 il tema del concorso è: incontri e riconoscimenti. La partecipazione al concorso è aperta a tutti, il bando non prevede infatti vincoli relativi a nazionalità, età o professione. Le opere proposte dovranno essere inedite e contenere espliciti riferimenti all’invecchiamento o alle persone anziane.

La scadenza per la partecipazione al concorso è fissata per venerdì 13 ottobre 2017. Il bando è reperibile sulle pagine del sito www.centrostudi.50epiu.it dove, entro il 30 ottobre 2017, verranno pubblicati i titoli dei cortometraggi selezionati, i componenti della giuria tecnica, la data e il luogo della serata conclusiva. Il Centro Studi 50&Più si occuperà della pre-selezione delle opere ammesse alla valutazione finale da parte della giuria tecnica e della giuria popolare. La giuria tecnica assegnerà tre premi in denaro: 2.000 euro per il primo classificato, 1.000 euro per il secondo e 500 per il terzo. La giuria popolare assegnerà invece un buono viaggio da utilizzare presso l’Agenzia 50&Più Turismo del valore di 1.500 euro.

Tutte le opere che supereranno la pre-selezione saranno pubblicate sui canali del Centro Studi 50&Più, le opere finaliste verranno proiettate durante la cerimonia conclusiva del concorso Corti di lunga vita. Il bando e la scheda di iscrizione al concorso sono reperibili a questo link.

Chi è online

Abbiamo 158 visitatori e nessun utente online